“Arte. Jazz e Gusto”, chiusa la prima parte

Domenica 31  si è conclusa, con grandissimo successo, la prima parte dell’evento “Arte Jazz & Gusto” organizzato dalla Società Zeronove25 di Sciacca.

L’evento ha riscontrato un grande coinvolgimento da parte del pubblico, che numeroso ha assistito con entusiasmo alla manifestazione.

Le due serate si sono svolte all’interno dell’atrio inferiore del Palazzo Comunale di Sciacca, una location che si è sposata bellissimo con la musica Jazz.

La prima serata ha visto come protagonista Gegè Telesforo and Groovinetors che hanno strabiliato il pubblico.

Nella seconda serata in pubblico ha assistito alla magistrale esibizione del famoso Giuseppe Milici.
Compositore di fertile vena, di fama internazionale grazie alle doti di sensibilità e perizia tecnica.
Ascoltare la sua armonica è un’emozione che si rinnova, brano dopo brano, vibrazione dopo vibrazione. Una musica capace di comunicare struggimento, gioia, speranza. Amore.

La seconda parte delle serate, ha visto come protagonista l’ enogastronomia tipica Siciliana, con degustazioni di conserve tra le più ricercate e caratteristiche, salumi e formaggi tipici, varietà di pizze, panelle e il tipico “pane cunzatu”, un grande buffet di dolci tipici del nostro territorio, granita al limone e frutta locale elegantemente servita.

L’evento è stato patrocinato dalla Regione Siciliana Assessorato al Turismo e Assessorato Agricoltura e Foreste, dalla Provincia Regionale di Agrigento e dal Comune di Sciacca.

Il prossimo appuntamento con “Arte Jazz & Gusto” avrà luogo il 3 settembre alle ore 21,00 nella stessa location e vedrà come protagonista Francesco Buzzurro Quartet.

Il chitarrista siciliano vanta un eccellente formazione accademica per gli studi compiuti con i grandi della chitarra come David Russell e Alberto Ponce per citarne un paio, conosce il linguaggio del jazz per aver militato lungamente nell’orchestra Jazz Siciliana.

Francesco Buzzurro ha un’incredibile elasticità con la quale miscela stilemi musicali estremamente diversi, suonando, con classe e originalità la chitarra classica.

La sua grandezza musicale è nella tecnica, il tocco, il sound, il gran senso ritmico e la capacità di improvvisare con disinvoltura e agilità.

La rassegna si concluderà giorno 4 Settembre con la performance del Maestro Pregadio e la sua band.