Il Primo Sindaco donna della Sicilia ricordato a Santa Elisabetta ed Agrigento

Sarà ricordata, con due iniziative pubbliche, la figura di Vittoria Giunti, primo Sindaco donna della Sicilia (a Santa Elisabetta) e partigiana comunista scomparsa tre anni fa a Raffadali.
Il 4 settembre alle ore 20 presso la piazzetta del Municipio si Santa Elisabetta il Sabetta Social Forum e Ad Est, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Santa Elisabetta, con in testa in Sindaco Emilio Militello, onoreranno il primo Sindaco del paese attraverso un percorso tratto dalle pagine del libro  “Le Eredità di Vittoria Giunti” curato da Gaetano Alessi che con Paolo Vizzì coordinano le attività del periodico Ad Est ed interverranno all’iniziativa.
Il Circolo Arci Jonh Belushi di Agrigento, con il sostegno del Comune di Agrigento, il 5 di settembre alle ore 17.30 presso le “Fabbriche Chiaramontane” in Piazza San Francesco, presenterà l’iniziativa “Donne di tutte le terre” durante la quale, oltre il libro di Alessi, sarà proiettato un video curato da Alfonso Gueli con i racconti di Vittoria Giunti.
Previsti gli interventi del Sindaco di Agrigento Marco Zambuto e dell’assessore Rosalda Passarello.
“Quando abbiamo realizzato, totalmente autofinanziato, “Le Eredità di Vittoria Giunti” speravamo che s’innescasse un meccanismo tale da far diventare la storia di Vittoria, fino allora dimenticata, un patrimonio collettivo – dice Gaetano Alessi curatore del libro- un riferimento etico a cui tutti si potessero rivolgere. Questi due incontri oraganizzati dal mondo associativo, la SSf e l’Arci, vedono, a differenza di Raffadali dove si è svolta la prima presentazione, le amministrazioni comunali in prima linea nel ricordare e tramandare valori come la solidarietà, l’onesta e la limpidezza morale.Questo ci fa capire che la nostra incoscenza e cocciutagine è stata premiata. Ora speriamo che le scuole, a cui il libro è stato donato, vogliano valorizzare e trasmettere ai bambini uno dei pezzi di storia più belli della nostra Sicilia”.