Approvato da CDM il progetto “Giovani, legalità, cittadinanza e partecipazione”

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha comunicato al Sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, che il progetto redatto dal proprio Assessorato alla Solidarietà Sociale con la collaborazione dell’Ufficio Tecnico, nell’ambito del PON Sicurezza e destinato alla prevenzione degli effetti del disagio giovanile,  è stato ammesso al finanziamento.

La notizia è stata accolta con grande soddisfazione dal Sindaco della città dei templi che ha voluto sottolineare l’importanza dell’intervento che si potrà realizzare e l’efficienza dimostrata dagli uffici del Comune. A tal proposito il Sindaco ha dichiarato: “In questo momento di difficoltà economica non solo della nostra città, ma di tutti gli Enti Locali in generale, l’essere riusciti a convogliare su Agrigento un finanziamento dell’entità di un milione di euro è un risultato importante, anche tenendo conto che il progetto è stato redatto dall’Amministrazione e dagli uffici del Comune direttamente, senza bisogno di investire in esperti esterni, il che costituisce un i portante risultato positivo del nostro lavoro di valorizzazione delle risorse umane interne all’Ente”.

Altrettanta soddisfazione è stata espressa dall’Assessore alla Solidarietà Sociale, Giacomo Daina, che fornisce anche alcuni dettagli del progetto e del finanziamento ottenuto: “Avevamo presentato la candidatura a questa misura del PON Sicurezza nel mese di febbraio, progettando un intervento che prevedeva la ristrutturazione di un immobile, da noi individuato nel quartiere di Villaseta per, poi, utilizzarlo come sportello polifunzionale, centro di ascolto e di aggregazione giovanile, in linea con la politica di questa amministrazione che ha, fra i propri obbiettivi, quello della valorizzazione dei quartieri periferici ed una attenzione particolare per le fasce a rischio di esclusione sociale. Oggi abbiamo ottenuto risposta positiva alla nostra richiesta di finanziamento che prevede non solo i fondi per la ristrutturazione dell’immobile sede delle attività (quantificata in duecentomila euro) ma anche, ed è questa una novità rispetto ad altri bandi a cui abbiamo partecipato, i fondi per la sostenibilità del progetto, tant’è che il finanziamento prevede anche duecentomila euro all’anno per quattro anni, destinati alla attuazione delle progettualità previste”.

Gli altri Comuni che usufruiranno dello stesso finanziamento sono: Trani, Gioiosa Jonica, Catania, Lecce, Scafati ed Afragola.