Il Vice Presidente del Consiglio Comunale Lauricella in riferimento al PRG di Agrigento

salvatore_lauricella_3Il Consiglio comunale di Agrigento, convocato in via d’urgenza, ieri sera ha approvato la delibera riguardante le controdeduzioni al voto del CRU (Comitato Regionale Urbanistica) n. 151 del 17 giugno 2009 relativo al Piano Regolatore Generale, Regolamento Edilizio e prescrizioni esecutive adottate con delibera di Consiglio comunale del 29 aprile 2004 e n. 108 del 20 luglio 2005.

Entro il mese di ottobre l’Assessore Regionale al Territorio e Ambiente dovrà emettere, definitivamente, il Decreto di approvazione del  Piano Regolatore Generale con annesso Regolamento Edilizio. Tuttavia per dotare la città di Agrigento di uno strumento urbanistico generale completo ed efficace per lo sviluppo economico e per una immediata ripresa dell’attività edilizia, il recupero e la riqualificazione urbanistica, ambientale e sociale della città, dei suoi quartieri e delle sue frazioni occorre sollecitare i progettisti a redigere le “Prescrizioni Esecutive” del Piano Regolatore Generale previste dall’articolo 2 della Legge urbanistica regionale n. 71 del 1978 per essere adottate dal Consiglio Comunale e sottoporle all’esame a all’approvazione dell’Assessorato regionale al Territorio e all’Ambiente.

Tutto questo, afferma  Salvatore Lauricella, deve essere fatto con la massima celerità per coprire la gravissima lacuna di non avere redatto e adottato contestualmente al Piano Regolatore Generale le Prescrizioni esecutive come prevede l’articolo 2 della Legge urbanistica regionale      n. 71 del 78, che avrebbe consentito, dopo l’approvazione del Piano Regolatore Generale con annesse Prescrizioni esecutive, di avere uno strumento urbanistico immediatamente operante senza il bisogno di dotarsi di successivi strumenti attuativi. Conclude il Vice Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Lauricella.