Agrigento. Continuano i preparativi per la notte bianca

Dopo il coinvolgimento della Valle dei Templi nella giornata di venerdì 4 settembre, è l’Acragante Art Fest la seconda rilevante novità dell’edizione 2009 della Notte Bianca di Agrigento.

Si tratta della prima manifestazione nella Città dei Templi dedicata all’arte di strada che segue la falsariga di grandi eventi internazionali come il Ferrara Buskers Festival e il siciliano Ibla Buskers, che di anno in anno vedono lievitare il numero di spettatori presenti.

L’obiettivo dell’Acragante Art Fest è quello di creare un miscuglio di espressioni artistiche che vanno dai giochi di fuoco al teatro di strada, dalle evoluzioni degli acrobati ad happening artistiche. Tutto ciò contornato dai colori dei costumi, performance fantasiose in un contesto suggestivo come quello del centro storico agrigentino.

L’Acragante Art Fest vedrà un’anticipazione venerdì 4 settembre alla Valle dei Templi e nel centro cittadino ma il momento centrale sarà quello di sabato 5, seconda giornata della Notte Bainca, quando si svilupperà il percorso denominato “Lungo la via Maestra”.

Partendo dalla via Atenea diramandosi nei vicoli e nelle piazze centro storico l’Acragante Art Fest trasformerà così Agrigento in un vortice di allegria e suoni.

Gli eventi programmati dall’associazione culturale “Il Tamburino” sono numerosi e molti di questi vedono la presenza di apprezzati professionisti dell’arte di strada.

Come il duo femminile di acrobati “Nonsensecirque” che avrà il compito di presentare ai piedi del Tempio della Concordia l’Acragante Art Fest. Le due ragazze, una tedesca e un’olandese, sfideranno la forza di gravità in un gioco di emozioni e figure acrobatiche. Duo che proporrà uno spettacolo anche sabato, nel centro cittadino, questa volta interpretando un ironico omaggio agli anni ’80.

Ad animare l’Acragante Art Fest sarà anche un quintetto di trampolieri musicisti che attraverseranno via Atenea (quella che un tempo veniva chiamata via Maestra) tra note e umorismo.

Altro professionista dell’arte di strada è il siciliano Antonio Bonura che in occasione della Notte Bianca porta ad Agrigento il suo “Drago Bianco” con uno spettacolo di fuoco e manipolazione degli elementi che infiammerà gli animi, in uno scambio di energie tra ritmi incessanti.

Ci sarà spazio anche per il teatro di strada, l’improvvisazione comica e la musica di Salvo “Bengala”.

Tutto questo mentre, sospesa nell’aria, Valentina Caiano metterà in scena il suo spettacolo di danza aerea: un gioco di equilibri, spazi e oscillazioni che accompagneranno lo spettatore in un viaggio suggestivo, denso di emozione.

L’Acragante Art Fest è un ambizioso progetto che prevede, oltre a quelli già menzionati, anche altri spettacoli che andranno ad aggiungersi a quelli presenti nel classico schema della Notte Bianca agrigentina.