Simeone Tartaglione e Alessandra Cuffaro al Museo Archeologico

tartaglione3Straordinario concerto di musica classica questa sera 26 agosto, alle ore 21.00, presso il chiostro del Museo Archeologico Regionale di Agrigento dove si esibiranno Simeone Tartaglione e Alessandra Cuffaro rispettivamente al pianoforte e al violino. L’iniziativa, promossa dal Comune di Agrigento e dal predetto Museo Archeologico, ospita i due noti ed eccezionali musicisti attualmente operanti in America i quali proporranno agli intervenuti un interessante repertorio con musiche tra gli altri di di Bach e Beethoven.

Simeone Tartaglione, oltre alla Direzione d’Orchestra, ha all’attivo una lunga esperienza come Pianista, Musicologo e Compositore. Diplomato in composizione e direzione d’orchestra presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma e perfezionatosi con Gustav Meier presso il Peabody Institute della Johns Hopkins University di Baltimora, ha all’attivo una intensa carriera come pianista. Dopo la laurea in Lettere ad indirizzo musicologico presso l’università di Palermo, diverse sono state le sue pubblicazioni e conferenze in Italia e Stati Uniti sulla musica contemporanea italiana. Tartaglione ha una estesa esperienza come direttore nel repertorio sinfonico e operistico con orchestre di otto diverse nazionalità in sale quali il nuovo Auditorium dell’Accademia di Santa Cecilia, il Ciudad de Leon, la biblioteca Doria Pamphili, il Newman Center, il Byron Theatre, la Boettcher hall. Negli ultimi anni ha ricevuto numerosi e prestigiosi premi e riconoscimenti come direttore, pianista e compositore. A Roma ha lavorato come Direttore Artistico del teatro Fusillo e responsabile musicale
dell’associazione culturale MUSA. Sempre nella capitale e’ stato assistente e pianista collaboratore del maestro Serguej Diatchenko presso l’Art Music Academy.Nel 2005 si e’ trasferito a Denver dopo aver vinto l’audizione come direttore assistente dell’Università di Denver e dove, pochi mesi dopo, e’ stato nominato professore aggiunto di direzione d’orchestra. La permanenza a Denver lo ha visto collaborare con le più importanti istituzioni musicali della città e successivamente e’ stato direttore assistente per la tournée del London Symphony Chorus a Denver, dell’Opera di Baltimora, della Baltimore Symphony Orchestra, Peabody Symphony Orchestra, Peabody Opera e MidAtlantic Symphony Orchestra.
Attualmente risiede a Baltimora dove, unico tra 95 concorrenti, ha vinto l’audizione per una assistantship in Direzione D’Orchestra al Peabody Institute diretto dal suo attuale mentore Gustav Meier.

Alessandra Cuffaro é la prima donna italiana nella storia violinistica ad eseguire in un concerto i 24 Capricci op. 1 di Nicolò Paganini. Vanta prestigiose esibizioni in Italia, Francia, Spagna, Russia, Stati Uniti e Bulgaria. Ha brillantemente conseguito il diploma di violino presso il Conservatorio “A. Corelli” sotto la guida del M° Luigi Fusconi nonché il diploma di musica da camera presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, sotto la guida del M° Marco Lenzi. Ha studiato con illustri insegnanti quali Riccardo Brengola, Sergej Girschenko,  e, per la musica da camera, con Bruno Canino, Kostantin Bogino, Anatoli Libermann, con i quali ha avuto anche occasione di esibirsi in concerto. È risultata vincitrice assoluta in numerosi concorsi nazionali ed internazionali sia come solista che in duo con Simeone Tartaglione con il quale spesso si esibisce in coppia. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento fra i quali l’”Accademia Chigiana” di Siena con il M° R.Brengola, i corsi internazionali di Portogruaro, Tarvisio, Lucca, Bassiano, Cori ed altri. Ha tenuto concerti in molte città italiane per conto di importanti associazioni ed ha avuto il privilegio di esibirsi anche alla presenza del Santo Padre Giovanni Paolo II presso la Sala Nervi di Città del Vaticano, alla presenza del Presidente Giuliano Amato per l’inaugurazione della biblioteca “F. Saia” di Roma , a Roma a Palazzo Venezia in occasione della festa della donna alla presenza delle più importanti personalità femminili italiane tra cui la scrittrice Dacia Maraini e l’allora ministro Livia Turco e al Centro Pro Unione alla presenza del critico d’arte Vittorio Sgarbi.
I suoi concerti sono stati recensiti dalla Rai – Rai 2, Rai 3 – e su “La Repubblica”, “Il Messaggero”,”Il Giornale” “Il Corriere della Sera”, “Il Tempo”, “Il Giornale di Sicilia”, “La Sicilia” e “ La Nazione”.