Canicattì, preoccupazione di Mimmo Licata su interferenze esterne al consiglio

foto mimmo licataIl vice presidente del consiglio comunale di Canicattì Mimmo Licata intervene sulle ultime vicende politiche relative alla richiesta di discussione in Consiglio Comunale della mozione di sfiducia, legate al ritiro della firma del Consigliere Rita Guarneri, apposta al documento qualche giorno addietro.

“E’ una situazione che incute preoccupazione e tristezza per il ruolo del Consiglio comunale oggi”, dice Licata.

“Le interferenze politiche esterne, provenienti dall’MPA, che condizionano i lavori di questo Consiglio Comunale, impedendone il normale percorso democratico, rappresentano puro squallore per la massima assise comunale e per l’intera classe politica locale.

Ho apprezzato, sottoscritto e sostenuto la richiesta di discussione presentata in consiglio, e lo rifarei ancora.

L’ attuale situazione venutasi a creare, molto simile ad una arlecchinata, farà si che nulla di tutto ciò approderà in Consiglio.

Per tali ragioni, con la presente, dichiaro ufficialmente di dissociarmi da quella richiesta rimanendo in attesa che le forze politiche, sempre che esistano, prendano coscienza e si assumano le proprie responsabilità nell’interesse di una città e dei cittadini che pagano quotidianamente lo scotto di una gestione amministrativa allegra, inadeguata e inadatta al ruolo” conclude Licata.