Cantiere Anas sulla statale 115. Il sindaco di Sciacca chiede l’apertura di una strada alternativa

L’apertura di una strada alternativa di uscita dalla contrada Perriera e l’attivazione dei semafori in contrada Seniazza, lungo la statale 115. E’ quanto ha sollecitato il sindaco di Sciacca Vito Bono all’Anas che da alcune settimane ha allargato il cantiere relativo ai “lavori per l’eliminazione degli attraversamenti a raso e la realizzazione di opere di svicolo sulla strada statale 115”. L’ampliamento del cantiere ha interessato anche la strada di collegamento compresa tra il Corso Miraglia e la statale 115 che è stata interdetta al traffico veicolare provocando disagi alla circolazione. Il sindaco Vito Bono questa mattina si è messo in contatto con i tecnici dell’Anas. Al sindaco, l’Anas ha assicurato che quanto prima inizieranno i lavori per l’apertura di una via alternativa per uscire da Contrada Perriera. La strada, provvisoria, sarà realizzata dietro il supermercato Di Meglio.

Il sindaco Vito Bono ha anche chiesto la riattivazione dei semafori all’incrocio di contrada Seniazza. I semafori sono spenti, gli è stato riferito, a causa di una scheda difettosa. La scheda deve essere sostituita. L’elemento elettronico, gli è stato comunicato, arriverà a settembre. L’Anas, in attesa, su sollecitazione del sindaco, provvederà ad attivare i semafori con il giallo ben visibile per segnalare il pericolo per i lavori in corso ed invitare gli automobilisti alla prudenza nell’attraversamento dell’incrocio.