Lampedusa, il PD prepara la mozione di sfiducia al sindaco

I consiglieri del Partito Democratico Giuseppe Palmeri, Giorgio Lazzara, Salvatore Prestipino, Vincenzo Billeci e Angelo Amato nei prossimi giorni presenteranno una mozione di sfiducia nei  confronti del Sindaco e della giunta del Comune di Lampedusa. “ Accettiamo ogni decisione della Magistratura ma il nostro giudizio politico sull’attuale amministrazione e sul sistema d’affari ed illegalità che ruota attorno ad essa non cambia, una amministrazione che si è distinta per una  generale incapacità di affrontare qualunque problema del territorio, per avere aumentato i debiti del Comune e le tasse dei cittadini, per aver rovinato le strutture pubbliche appena ultimate che dovevano servire ad aumentare i servizi turistici e migliorare  la qualità della vita degli isolani e dei giovani, per non avere avviato alcuna programmazione finalizzata a dotare l’isola di un Piano Regolatore, a riqualificare il territorio, ad uscire dalle grandi emergenze: dei rifiuti, delle fogne che scaricano a mare, del degrado del territorio. scelte  disastrose per le nostre isole: l’ambasciata a Palermo, il proliferare di incarichi, consulenze con stipendi d’oro ai dirigenti in un Comune sull’orlo del dissesto finanziario, la realizzazione di lavori senza copertura finanziaria e spesso senza nemmeno un progetto e le necessarie autorizzazioni, la vendita di suolo comunale sotto forma di relitto senza gara,  la corsa plateale all’interesse privato in barba all’interesse pubblico.”

“ Questa amministrazione ormai è già  stata sfiduciata dalla generalità dei cittadini, sollecitati dalla maggioranza dei cittadini abbiamo deciso di presentare la mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco e della Giunta. Ho la certezza che anche alcuni consiglieri di maggioranza sono pronti a votarla” – dichiara il  capogruppo Peppino Palmeri.  “Questa non vuole essere nè una strumentalizzazione politica nè tanto meno un attacco personale a nessuno, ma il frutto della consapevolezza che le isole di Lampedusa e Linosa continuando con questa amministrazione non hanno alcun futuro e nessuna  speranza” – dichiara il consigliere Lazzara Giorgio.