Agricoltura. Il Comune di Ravanusa si attiva per il riconoscimento della calamità naturale

angelo_monterossoL’Amministrazione Comunale di Ravanusa, rispondendo alle istanze provenienti dalla maggior parte degli agricoltori operanti sul territorio, si sta attivando per una eventuale richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale per i danni subiti dai vigneti soprattutto di uva da tavola. “Venerdì mattina” – ha dichiarato Angelo Monterosso, preposto allo Sviluppo Economico – “provvederemo, grazie alla disponibilità fornitaci dal Responsabile della Sezione Territoriale dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, ad effettuare un primo sopralluogo sugli impianti per i quali abbiamo ricevuto la segnalazione della presenza di danni”. “Dopo questa prima ricognizione e sulla base delle risultanze della stessa” – ha continuato l’Assessore al ramo – “attiveremo la procedura necessaria a fare dichiarare dagli organismi regionali competenti, qualora si accerti la ricorrenza dei presupposti, lo stato di calamità naturale per il riconoscimento del quale contiamo anche sulla sensibilità e sull’interessamento dell’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Stefano Castellino, che sarà anche lui presente al momento del sopralluogo”. “Ho già contattato anche gli altri assessori comunali competenti in materia dei paesi limitrofi” – ha concluso Angelo Monterosso – “ed insieme a loro ed alla provincia vedremo di studiare le soluzioni più adeguate per il riconoscimento dell’evento calamitoso. Riteniamo, infatti, che i danni alle colture siano stati provocati dalle condizioni climatiche avverse registratesi nell’ultimo periodo, non potendo pensare che la stragrande maggioranza degli operatori abbia effettuato trattamenti errati”.