Torna la Notte Bianca in città, ecco il programma

 Tra formule consolidate e grandi novità il 4 e il 5 settembre ad Agrigento ritorna la Notte Bianca. Sulla scorta del successo degli anni passati, l’associazione culturale “Il Tamburino” – in collaborazione con Comune di Agrigento, Provincia e Regione Sicilia – ha deciso di rinnovare la formula per l’edizione 2009.  Innanzitutto partendo dalla suddivisione dell’evento in due giornate che seguiranno due percorsi ideali denominati “Lungo la via Sacra” e “Lungo la via Maestra”.  La prestigiosa novità della terza edizione della Notte Bianca, infatti, è il coinvolgimento della Valle dei Templi che, per una notte, a partire dal tramonto si apre al pubblico offrendo una serie di eventi all’interno di uno dei luoghi più suggestivi al mondo.
 Arte e musica si legheranno al fascino della Valle rievocando le suggestioni di un remoto passato. Filo conduttore della serata di venerdì sarà l'”Omaggio a Sir Alexander Hardcastle”, il mecenate britannico che si innamorò della Valle dei Templi   e vi si stabilì per finanziare una serie di importantissimi scavi. E proprio dalla Villa Aurea, quella che fu la sua residenza, partirà ufficialmente la Notte Bianca 2009 con una mostra sulla vita e l’opera dell’archeologo.
 Da questo luogo, tra arte e musica, ci si sposterà lungo la via Sacra per poi concludere la prima notte in prossimità del tempio della Concordia con un concerto musicale.
 Venerdì 4 settembre sarà anche l’occasione per presentare, con uno spettacolo di teatro di strada, il primo Festival dell’Arte di Strada “Buskers nella Terravecchia”.
 Questa è, infatti, la seconda rilevante novità dell’edizione 2009 della Notte Bianca che caratterizzerà la giornata di sabato.
 Le performance che questi artisti metteranno in scena sono molto varie e fantasiose (dalla giocoleria al teatro di strada, da momenti musicali a spettacoli acrobatici a corpo libero e tanto altro) con l’unica costante di divertire e regalare buonumore agli spettatori.
 Immersa nel Festival dei Buskers la giornata di sabato 5 settembre seguirà quello che è ormai lo schema consolidato della Notte Bianca di Agrigento.
 La via Atenea, chiamata in passato “Via Maestra”, sarà anche per questa edizione l’asse di raccordo tra tutti gli eventi in programma. Contemporaneamente grazie a piccoli eventi di carattere musicale e teatrale si cercherà, come sempre, di esaltare le potenzialità di Agrigento riscoprendo angoli inesplorati della città vecchia tra palazzi, cortili, scalinate, chiese, monasteri e piazze. L’intento di quest’anno è anche quello di coinvolgere il Viale della Vittoria. Manifestazione che si chiuderà con il concerto finale.
 Tutto per cercare di far riscoprire, in due notti, il fascino e la suggestione dei luoghi dove risiede la vera anima della nostra terra e per dimostrare che un altro modo di vivere Agrigento è possibile.