Lampedusa, annullato il primo arresto del sindaco De Rubeis

dino de rubeisIl tribunale del riesame di Palermo ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del sindaco di Lampedusa Bernardino De Rubeis arrestato il 21 luglio con l’accusa di concussione. I giudici hanno accolto l’istanza dei difensori, gli avvocati Silvio Miceli, Vincenzo Caponnetto e Rudy Maira, e hanno disposto la scarcerazione. L’amministratore (sospeso dopo l’arresto) resta però in carcere per effetto della seconda ordinanza che gli è stata notificata il 4 agosto per le stesse accuse mosse da un altro imprenditore. Secondo la Procura, De Rubeis avrebbe preteso delle tangenti per sbloccare dei crediti vantati dalle aziende nei confronti del Comune dell’isola. La prima accusa è stata però ritenuta “senza riscontri” da parte dei giudici del riesame.