I keniani Olempayie e Nahasoon al Trofeo Podistico di Ravanusa

Saranno i keniani Dokita Nelson Olempayie e Rugut Nahasoon le stelle del diciassettesimo trofeo podistico internazionale “Città di Ravanusa”. La gara si disputerà a Ravanusa il prossimo 16 agosto, con inizio alle ore 19, su un circuito di 970 metri da percorrere dieci volte, ed è organizzata dalla Pro Sport di Ravanusa con il patrocinio della Provincia Regionale di Agrigento e dell’ACSI nazionale. Pur tra numerose difficoltà economiche, gli organizzatori, in testa il Presidente della Pro Sport Giancarlo La Greca e il presidente dell’ACSI Sicilia Totò Balsano, stanno dunque allestendo una start list in linea con la tradizione del Trofeo, che annovera nel suo albo d’oro atleti italiani e stranieri di alto livello, e che la scorsa edizione ha visto il netto successo del marocchino Rachid Kriski, quest’anno in gara ai mondiali di atletica di Berlino nella maratona dopo il tempo record nella maratona di Parigi. In particolare Olempaye si presenta come il gran favorito di questa edizione: maratoneta da 2 ore e 9’ ma anche pistard di ottimo livello, ha gareggiato per la Libertas Catania.
Tra gli altri partenti, il marocchino Adil Liazaly portacolori del GS VALLE DEI TEMPLI di Agrigento e vincitore dell’ultima edizione della Mezza Maratona della Concordia di Agrigento, e poi un nutrito gruppo di italiani: LoPiccolo, Scaini, Nicosia, Manduca, Scalisi, Nicolosi, Cavallo, Brancato. Il percorso è il solito, molto veloce e in piano. Record da battere: il 28’14” ottenuto nel 2005 dal keniano Barus. Ciascun corridore verrà dotato di uno speciale microchip che consentirà in tempo reale di valutarne posizione e tempi (anche quelli intermedi) direttamente su internet all’URL: www.tds-live.it). Questo servizio, fondamentale per evitare qualsiasi errore o contestazione (si prevede infatti la massiccia adesione di atleti di tutte le categorie amatoriali), sarà gestito anche quest’anno dalla TDS di Venezia. Si annuncia come sempre un massiccio afflusso di visitatori.
Al trofeo saranno allestiti, come di consueto, gli stand per la promozione di prodotti agricoli locali, soprattutto formaggi, con distribuzione di vari gadget a cura del giornale locale “Lu Papanzicu”. Al termine invece spettacolo con il cabarettista Massimo Spata.
Gli italiani mancano dall’albo dei vincitori dal 2002, vincitore Francesco Ingargiola. Il record di vittorie del trofeo è del mazzarinese Vincenti, ben quattro, mentre sono stati in grado di vincerlo due volte il keniano Kipkering (edizioni 2006 e 2007) e l’eritreo Afringi (2003 e 2004).