D’Orsi: “No alla chiusura dell’ospedale, la politica rimedi ai guasti del passato”

Il Presidente della Provincia interviene sulla manifestazione di stamani che ha visto in piazza cittadini, amministratori e rappresentanti dei sindacati.
“Un territorio già provato da continue emergenze non può rimanere senza ospedale – dice D’Orsi – io stesso so cosa vuol dire vivere in un paese di provincia nel quale sino a non molto tempo addietro era facile morire per problemi di salute risolvibili semplicemente recandosi in un vicino pronto soccorso. Siamo in un guaio enorme, causato dalla irresponsabilità e dalla disonestà di alcune imprese, di alcuni tecnici e di alcuni politici di un passato che torna a galla con drammaticità.
Sono vicino alla popolazione, ritengo che la manifestazione ha già dato un primo segnale dell’indignazione suscitata da questa vicenda che ancora una volta porta alla ribalta Agrigento in chiave negativa a livello nazionale. Ma ritengo che anche sul piano della partecipazione si possa fare di più: un ospedale come il San Giovanni di Dio serve un’utenza di almeno 200 mila persone, quindi mi aspetterei ben altri numeri, ma va bene così. E’ giusto – conclude – che, nel pieno rispetto delle decisioni della magistratura, la politica faccia i suoi passi, senza ritardi e senza umiliare ulteriormente il territorio”.