L’Udc in prima linea con i cittadini

Riceviamo e pubblichiamo

Ancora una volta la nostra terra ci riserva delle brutte sorprese. Oggi, ci ritroviamo a batterci per un servizio essenziale e vitale per la nostra comunità tutelato anche costituzionalmente: IL SERVIZIO SANITARIO.
L’Unione di Centro di Agrigento e provincia, dopo diversi dibattiti e riflessioni, ha stilato questo documento, che indica la nostra posizione sull’attuale, indiscutibile, grave emergenza, in linea con i reali interessi della gente.
Esprimiamo, pertanto, la nostra fiducia negli organi giudiziari per accertare gli eventuali responsabili e sanzionarli, per affermare, con forza, che coloro i quali hanno cercato di lucrare sulla salute dei cittadini dovranno scontare la giusta pena. RIBADIAMO CHE DEVE ESSERE GARANTITA L’ASSISTENZA OSPEDALIERA per Agrigento e per l’intero hinterland. La stessa non può subire alcuna forma di interruzione.
Bisogna, innanzitutto, tutelare e privilegiare le cosiddette aree di emergenza (pronto soccorso, emodinamica, terapia intensiva…).
Si deve mirare ad evitare, assolutamente, l’abbandono dell’edificio ospedaliero sfruttando quelle aree non soggette a rischi.
Nel dichiarare che siamo accanto alle Organizzazioni sociali, di categoria e a tutti gli utenti che gravitano su questa struttura ospedaliera, per tutto quello che subiscono e che subiranno in futuro, OFFRIAMO TUTTA LA NOSTRA COLLABORAZIONE CON LE ISTITUZIONI.
Purtroppo, la gente resta, comunque, sfiduciata non solo dalla politica ma dall’intero sistema ed E’ NOSTRO COMPITO, E’ NOSTRA RESPONSABILITA’, ATTIVARSI AFFINCHE’ CI SIA UN RIAVVICINAMENTO AD ESSA COME ANIMA DEL PAESE. Tutto ciò potrà avvenire dando risposte immediate e convincenti.
Proprio per questo motivo forniremo tutto il nostro sostegno al Governo, nazionale e regionale, quando gli stessi dimostreranno di avere intrapreso un percorso concreto di misure serie ed attuabili. Una interpellanza parlamentare apposita, a firma di 30 parlamentari con primo firmatario on. Ruvolo, è stata presentata già il 30 luglio scorso.
La circostanza e la gravità della situazione impongono l’emarginazione di inutili polemiche, contrasti ed opposizioni che allontanano le Istituzioni dal compiere scelte responsabili e condivisibili.
L’odierna attenzione per la sanità agrigentina può servire, semmai a completare ed implementare i Servizi Sanitari carenti come il 118, la Medicina del Territorio ed i Poliambulatori Specialisti.
Il disagio e lo sconforto che stanno attraversando i malati e le loro famiglie, il personale sanitario e parasanitario, i tecnici, gli infermieri, i medici operanti nell’Ospedale, deve essere forte esortazione per chiunque avrà peso decisionale sulla vicenda. L’UDC sarà sempre accanto a loro .