Fidapa, Sorooptimist e Ande invitano a manifestare

Riceviamo e pubblichiamo

Con il recente provvedimento di chiusura dell’ Ospedale di Agrigento il quadro di sottosviluppo della nostra provincia e della nostra città si aggrava sempre di più danneggiando i cittadini onesti e le persone più svantaggiate.

Noi socie Fidapa, Sorooptimist, Ande della Sezione di Agrigento sentiamo forte il dovere di reclamare perché questa ennesima gravissima emergenza della nostra città venga affrontata nel migliore dei modi da tutti e, in primo luogo, da chi ha responsabilità istituzionali.
Noi socie sentiamo prepotente la necessità di rammentare a chi è preposto a ciò, che i cittadini di Agrigento non hanno solo doveri ma hanno anche diritti, soprattutto quelli al lavoro e alla tutela della salute.

Pertanto, consapevoli della nostra responsabilità di esercizio del diritto di una cittadinanza attiva e propositiva ed in rappresentanza dei diritti della città per la realizzazione del bene comune, chiediamo con forza che l’Ospedale San Giovanni di Dio rimanga nella nostra città e che gli agrigentini non vengano privati del diritto di curarsi vicino alla propria residenza e alla propria famiglia.

Invitiamo tutti a manifestare contro la chiusura dell’Ospedale mercoledì 5 p.v. in Piazza Municipio alle ore 9.30.