Naro, la Giunta approva lo schema di bilancio

La Giunta Comunale, presieduta dal sindaco Pippo Morello, ha approvato con apposita delibera il progetto del bilancio preventivo 2009, evitando così l’insediamento del commissario ad acta inviato dall’Assessore Regionale per le Autonomie Locali Caterina Chinnici nei Comuni ritardatari, compreso quello di Naro, dove però il ritardo è stato dovuto soprattutto allo svolgimento delle elezioni comunali nel giugno scorso.
Con la stessa delibera sono stati pure approvato gli schemi di bilancio triennale e la relazione previsionale e programmatica.
Adesso, la parola passa al Collegio dei Revisori che esprimeranno il loro parere sullo strumento contabile che dovrà essere infine approvato dal Consiglio Comunale. Nel frattempo, i consiglieri potranno presentare gli emendamenti ritenuti opportuni allo schema di bilancio.
“Il lavoro per far quadrare i conti del bilancio preventivo ha assorbito buona parte del mio tempo in questa fase iniziale del mandato. L’eredità presa in carico è quella di una situazione economico-finanziaria davvero disastrosa: non solo ho trovato le casse comunali vuote, ma ho pure dovuto constatare l’esistenza di un saldo negativo di cassa d’oltre un milione di euro. Di questa amara constatazione ho preso consapevolezza sin dai primi giorni del mio insediamento e, più precisamente, l’undici giugno scorso quando abbiamo proceduto alla verifica straordinaria di cassa insieme al vicesindaco uscente – dichiara il sindaco Morello – Anche lo schema di bilancio 2009, ereditato dalla precedente amministrazione, presentava uno squilibrio negativo d’oltre un milione di euro che poteva far pensare all’avvio delle procedure di dissesto finanziario. Non mi sono voluto arrendere, perché il dissesto finanziario avrebbe penalizzato ulteriormente ed enormemente la città di Naro ed i suoi abitanti. Ho lavorato ininterrottamente e alla fine, grazie anche a tutti i miei collaboratori, ho trovato le giuste soluzioni per riequilibrare il bilancio in corso di formazione.
Certo, abbiamo potuto contare su nuove risorse in entrata di cui abbiamo avuto notizia proprio nelle ultime settimane e ciò ha reso il mio lavoro un po’ meno arduo. Mi riferisco,per esempio, alle nuove entrate (178 mila euro in favore del nostro Comune) consentite dalla legge finanziaria regionale del maggio scorso relativamente al ricovero dei minori su disposizione dell’ Autorità Giudiziaria. Inoltre, abbiamo accertato un avanzo d’amministrazione di circa 137 mila euro risultante dal conto consuntivo sulla cui deliberazione abbiamo tempestivamente lavorato (l’avanzo servirà tra l’altro a sanare il debito di circa 70 mila euro lasciato dall’Amministrazione uscente per rette di ricovero). Ci siamo pure accorti della possibilità di realizzare un notevole risparmio di spesa, avendo constatato che il Comune di Naro, per il costo del servizio nettezza urbana, deve pagare alla Società Dedalo Ambiente una somma calcolata su 8416 abitanti (popolazione residente al 31/12/2008) e non su 9027 abitanti come richiesto dalla Dedalo medesima. Ma la nuova e più grande entrata è quella consentita dall’ aver sottoposto al regime del pagamento ICI (anche per i cinque anni precedenti) gli impianti eolici che sinora non avevano mai pagato l’Imposta Comunale sugli Immobili.
Tuttavia, ciò non è bastato ed abbiamo dovuto anche provvedere ad un drastico taglio nelle previsioni di spesa: per esempio, abbiamo eliminato il capitolo di spesa per la collaborazione di esperti esterni -che durante l’amministrazione precedente ha complessivamente inciso per circa 150 mila euro- ed abbiamo ridotto notevolmente la previsione di spesa per feste e spettacoli. Inoltre, abbiamo dimezzato la previsione di spesa per la retribuzione aggiuntiva della dirigenza. E’ occorso ed occorrerà fare molti sacrifici, ma il dissesto finanziario è stato evitato” conclude il sindaco Giuseppe Morello.