Completati i lavori di ricostruzione del muro di sostegno di via Giovanni XXIII

muro_via_giov_xxiiiIn meno di 150 giorni il Genio Civile, dimostrando tempestività, competenza ed efficienza, è riuscito a redigere il progetto, acquisire tutti i pareri di competenza, appaltare ed eseguire i lavori.

I lavori erano stati avviati subito grazie anche all’Assessore ai Lavori Pubblici dell’epoca Gentile, che aveva immediatamente finanziato l’intervento di somma urgenza.

Siamo riusciti a realizzare i lavori di nostra competenza in tempi strettissimi, afferma il Capo del Genio Civile Rino La Mendola grazie all’eccellente lavoro svolto dai Dirigenti Alfonso Casalicchio (vicario dell’Ufficio), Michele Zambuto, Luigi Agrò e dai Funzionari Franco Cappello, Salvatore Caramazza e Rosario Marino.

Oggi, prosegue La Mendola , abbiamo eseguito l’ultimo getto di calcestruzzo per il completamento della cortina di rivestimento in cemento armato della paratia di pali di contenimento. Domani procederemo al disarmo delle casseforme; infine, lunedì saranno eseguite opere di sistemazione e di sgombero del cantiere.

L’amministrazione Comunale può già eseguire, a partire da oggi, una prima grossolana pavimentazione stradale, che sarà rifinita con il tappetino bituminoso, solo dopo l’avvenuto assestamento del nuovo rilevato stradale. Il Comune procederà inoltre al ripristino dell’illuminazione stradale ed alla realizzazione di una ringhiera di protezione sul bordo della strada ed al rivestimento del muro in calcarenite. Inoltre, il Comune, al fine di cancellare completamente i segni della frana, potrebbe successivamente programmare, la riqualificazione urbana di Villa Lizzi.

Dopo la realizzazione della prima pavimentazione stradale e delle opere di recinzione a protezione dei salti di quota, in attesa del collaudo statico, potrà essere immediatamente aperta la corsia di monte dell’importante arteria di collegamento urbano. L’altra corsia, conclude La Mendola , potrà essere aperta al traffico non appena il professionista, che sarà presto incaricato dal neo Assessore ai Lavori Pubblici Beninati, avrà depositato il collaudo statico delle opere realizzate.