Sostegno alle imprese turistiche, Pace condivide le scelte

Il Vice Presidente Carmelo Pace condivide le scelte della Regione a sostegno delle imprese turistiche.
“La rapida approvazione del Consiglio dell’atto di indirizzo sul dialogo competitivo per realizzare l’aeroporto di Agrigento, anche se annunciata, è un’ottima notizia. Siamo in una fase di accelerazione di un processo, fermo da ormai molti anni, di cui il merito maggiore va riconosciuto al Presidente D’Orsi”. – Questo il commento dell’Assessore al Turismo Carmelo Pace- . “Noi non possiamo prescindere da una struttura così importante per rilanciare il nostro turismo. Uno sviluppo reale e completo che abbia la possibilità di essere duraturo, passa attraverso la realizzazione dell’aeroporto di Agrigento”.
“Il turismo in questi mesi sta attraversando una crisi profonda legata ad una congiuntura economica sfavorevole. La nostra provincia è maggiormente penalizzata per l’assenza di uno scalo aeroportuale. Gli aiuti previsti alle imprese turistiche da parte della Regione che assicurano 800 euro mensili per ciascun lavoratore a tempo indeterminato sono un importante aiuto al settore ma questo intervento da solo non basta almeno per la nostra provincia. Bisogna agire al più presto per garantire flussi turistici consistenti verso la nostra provincia. Per questo abbiamo pensato a misure per favorire la destagionalizzazione, attraverso un nostro progetto condiviso dalla Camera di Commercio e dai Consorzi turistici della nostra provincia. Puntiamo ad attirare flussi turistici nel periodo di bassa stagione con particolare riferimento alla terza età. Puntiamo anche sul turismo congressuale, in considerazione della prestigiosa struttura presente ad Agrigento. Stiamo lavorando anche su itinerari enogastronomici in grado di attirare una clientela sempre più alla ricerca della qualità e del gusto da affiancare alle nostre bellezze paesaggistiche e monumentali.
Tutti questi sforzi fatti dagli Enti che si occupano di turismo trovano un forte limite nella mancanza di infrastrutture idonee a favorire l’arrivo dei turisti, primo tra tutti l’aeroporto. Abbiamo avviato numerosi contatti con tour operators che apprezzano il patrimonio monumentale e le bellezze del nostro territorio, ma sono frenati dalla mancanza di collegamenti aerei diretti. Per questo motivo lancio un appello al Ministro per le infrastrutture Altiero Matteoli e al Presidente della regione Raffaele Lombardo, nonché ai nostri parlamentari nazionali e regionali affinché si superino quegli ostacoli che frenano la realizzazione dell’aeroporto.”