Reti idriche, approvato ordine del giorno. Panepinto(PD): sospendere i commissariamenti

“Sospendere immediatamente e fino  al prossimo 30 dicembre i commissariamenti disposti dall’ARRA”.  E’ questa la richiesta contenuta in un ordine del giorno firmato da Giovanni Panepinto, da altri parlamentari del PD, dal vice capogruppo PD, Roberto De Benedectis e dai presidenti del gruppi parlamentari di PDL, Innocenzo Leontini e  UDC, Raimondo Maira, e votato all’unanimità dall’aula di palazzo dei Normanni.
“ Molti  consigli comunali – ha ricordato Panepinto – hanno deliberato di presentare un disegno di legge per affermare che l’acqua deve restare pubblica e che i Comuni devono riappropriarsi del diritto alla gestione del servizio idrico. Invece l’ARRA, irritualmente, nomina commissari nei Comuni che non hanno ancora consegnato gli impianti idrici, violando norme costituzionali che tutelano l’autonomia degli Enti Locali, nonostante molte amministrazioni abbiano impedito ai commissari di insediarsi.  Eppure – continua il parlamentare – il presidente della Regione ha manifestato la disponibilità a riesaminare la vicenda nonchè a valutare il disegno di legge di iniziativa popolare sulla revisione dell’attuale quadro  normativo in materia di ATO idrici. Sulla vicenda si erano espressi favorevolmente del resto, anche il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, Francesco Cascio e i presidenti dei gruppi parlamentari. L’ordine del giorno approvato ieri  dall’aula – conclude Panepinto – impegna il Governo della Regione ed il parlamento a trattare con celerità il disegno di legge”.