Ddl sugli aiuti alle imprese, appello della Confcommercio all’Ars

Ddl sugli aiuti alle imprese. La Confcommercio rivolge all’Ars un severo appello:
“Chi non fa l’interesse della Sicilia, vanifica il ruolo supremo del parlamento siciliano”

Palermo, 17 luglio 2009 – Confcommercio Sicilia rivolge un appello ai deputati di maggioranza e di opposizione dell’Assemblea regionale siciliana, affinché lunedì prossimo si avvii finalmente l’iter di approvazione del disegno di legge 119, che tiene bloccati da mesi una porzione di fondi del Por 2007-2013 per gli aiuti alle imprese. “Sarebbe un atto di grave irresponsabilità – sostengono il presidente Pietro Agen e il coordinatore regionale Julo Cosentino – se l’Ars si attardasse ancora in schermaglie e diatribe che nulla hanno a che vedere con l’interesse della Sicilia e dei siciliani. La politica riassuma il proprio ruolo, invece di concentrarsi su altre questioni che vanificano e offendono la suprema dignità del parlamento siciliano. In un momento di grave crisi, il primo atto di responsabilità consiste nell’ attivare tutti gli strumenti che sono necessari a garantire la sopravvivenza del mondo produttivo e ad aprire nuovi orizzonti di sviluppo. La chiusura di attività e i relativi licenziamenti sono eventi drammatici che ricadono sulle famiglie e sulla pelle di tanti siciliani: la politica, a qualunque compagine appartenga, deve sapere quando è il momento di accantonare strategie di potere o di rivalsa, per essere richiamata al precipuo compito che le è stato attribuito dalla fiducia degli elettori”.