DL Anticrisi. Messina (IDV): Governo sordo alla crisi del settore termale

“Il governo varerà un provvedimento che chiama anticrisi ma è sordo alla crisi del settore termale. È questo infatti il messaggio ricevuto dall’inammissibilità di un emendamento che ho presentato in favore del settore”. Commenta così Ignazio Messina, capogruppo IdV in commissione Finanze della Camera dei Deputati, in merito all’andamento dei lavori sul decreto anticrisi al vaglio della Commissione.

“L’emendamento che ho presentato, – prosegue il deputato- sostenuto anche dalla Federterme, mirava a riservare una quota del Fondo Sanitario Nazionale per il finanziamento delle cure termali. Una misura che avrebbe dato certamente un po’ di respiro ad un settore in crisi, in Sicilia ed in tutta  Italia, ma che, per la ricchezza sorgiva delle nostre terre, costituisce certamente una risorsa da valorizzare”.

“Incomprensibile dunque la posizione di un governo, miope e incompetente, che non sa comprendere e investire risorse in quei settori che costituiscono punti di forza del nostro Paese. Il settore termale -conclude Messina- va sviluppato sia in direzione di un turismo del benessere ma anche e soprattutto in senso sanitario, come trattamento di supporto a patologie”.