Il Presidente D’Orsi al Governo Regionale: “Ulteriori tagli ai trasferimenti impediscono una adeguata programmazione.

Il taglio del 12% del fondo destinato alle Province ripropone nella sua drammaticità il problema del continuo depauperamento delle risorse assegnate alle Province stesse. Per questo motivo il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi ha inviato una lettera al Presidente della Regione on. Lombardo, all’Assessore regionale alle Autonomie Locali dott.ssa Chinnici e ai Presidenti delle nove Province Siciliane.
“Nelle disposizioni programmatiche e correttive per il 2009 – dice D’Orsi – viene prevista la riduzione delle risorse per le Province ma non per i Comuni. Una incongruenza tale da far pensare ad un errore. Ma la vicenda dei tagli è ormai annosa, e non è mai stata affrontata con serietà. Al Governo regionale ho anche evidenziato l’anomalia della compensazione con l’imposta R.C. Auto applicata dalla Regione Siciliana, che, senza entrare nel merito della questione (peraltro analizzata nella nota inviata), porta di fatto all’omissione del trasferimento alle Province dell’imposta sulle assicurazioni  R.C. Auto previsto da un decreto legislativo del 1997.
Tra il blocco di queste risorse che spettano per legge alle Province e l’obbligo del rispetto del Patto di Stabilità attualmente gli amministratori delle Province non sono in grado di garantire l’erogazione dei servizi alla collettività, assegnati dalla Regione alle Province stesse, e impedendo di poter effettuare una corretta programmazione finanziaria. E’ indubbio che ci attendiamo una risposta urgente e concreta da parte del Governo affinchè al danno dei tagli dei trasferimenti ordinari non si associ anche la beffa del blocco di risorse che alle province sono dovute per precise disposizioni legislative nazionali”.