Aeroporto, lettera al direttore

Questa mattina leggendo il suo articolo sull’aereoporto di Agrigento Dott. Lelio Castaldo posso solo confermare il suo scritto. L’Aereoporto lo vedremo riportare solo sui testi di storia ma non lo vedremo mai realizzare.

Sono circa 12 anni che vivo in Lombardia, lavoro nel settore sanitario e vedo tanta gente emigrare al nord anche per piccoli problemi di salute,molta altra gente del Nord con cui lavoro non fa altro che dirmi che volentieri farebbero un viaggio  ad Agrigento, visto che il sottoscritto non fa altro che parlare bene della sua provincia che la reputo la piu’ bella provincia della Sicilia, non sto neanche a scrivere il motivo perche’ e’ la piu’ bella.Ho vissuto personalmente la vicenda di un piccolo imprenditore Agrigentino che voleva intraprendere rapporti di lavoro con la Lombardia ma i mezzi di comunicazione lo hanno ostacolato, tutti gli studenti che frequentano l’universita’ Lombarde ecc. Questo e’ quello che io posso denunciare personalmente. Adesso io mi chiedo come fa quel responsabile dell’Enac a scrivere che il flusso di gente che parte dalla Provincia di Agrigento non puo’ giustificare L’Aereoporto? Ma e’ normale che poi mi scrivono sui giornali che la Provincia di Agrigento E’  l’ultima in classifica? Ci credo!!!  se ogni volta quando dall’alto qualcuno che forse non e’ abituato a fare delle statistiche di flusso di gente che si sposta indifferentemente dal motivo che li fa spostare, ma si basa solo sul fatto che essendo una provincia che non produce e’ inutile fare un aereoporto. Allora io mi chiedo! dove stanno i nostri dirigenti politici della provincia di Agrigento?E’ bello parlare per i palcoscenici prima delle elezioni politiche faremo, faremo, faremo. Ma che cosa mi vien da dire? Non fanno altro che litigare, spendere energie inutilmente per spartirsi poltrone al governo siciliano,guerre di partito ecc.

Forse e’ il caso che si fissino degli obiettivi e li portino avanti, non tanto per far arrivare i fondi dalla comunita’ Europea  e darli a chi dice di aver delle coltivazioni di agrumenti invisibili. Dove stavano i controlli per erogare i soldi dei fondi per l’agricoltura?

Bisogna crescere dare una svolta a tutto. Mi rivolgo ai Siciliani,l’era del posto Statale e’ finita forse non e’ mai esistita, rimbocchiamoci le maniche e facciamo valere i nostri diritti.

Salvatore Di Caro