Caos, Firetto protesta per lo stato di degrado della spiaggia

Una nota di protesta per lo stato di degrado e di sporcizia in cui è lasciata da tempo la spiaggia di località Caos al confine con Porto Empedocle, è stata inviata dal sindaco Calogero Firetto all’Amministrazione Provinciale e all’Ato Gesa Ag2 chiedendo immediati provvedimenti. Gli interventi nell’area in questione, ricadente nel territorio del Comune di Agrigento e di Porto Empedocle e in questo periodo particolarmente frequentata dai bagnanti, sono di competenza della Provincia Regionale che da tempo non predispone la pulizia del lido non gravi disagi per chi abitualmente si reca in quella spiaggia. Di qui la vibrata protesta del primo cittadino Calogero Firetto sollecitato da molti cittadini che ritengono, erroneamente, che la pulizia di quel lido sia di competenza del Comune di Porto Empedocle.

E sempre a Porto Empedocle, su sollecitazione del sindaco sono iniziati stamane nel centro storico le operazioni per la demolizione del vecchio e fatiscente palazzo Minicheddu che rappresentava un pericolo per i passanti a causa della grande instabilità. L’edificio in questione, in passato era già stato oggetto di alcune Ordinanze di demolizione alle quali però non si era dato corso. Stamane le ruspe hanno invece iniziato l’opera di demolizione del palazzo nel più ampio contesto del progetto di riqualificazione del centro storico della cittadina marinara voluto dall’Amministrazione guidata da Calogero Firetto.