Racalmuto, scompare bracciante agricolo: è giallo

100_2693A casa, per il pranzo, non è rientrato. Alle ore 15, i familiari, dopo aver tentato più volte di rintracciarlo sul cellulare, allarmati, sono corsi alla caserma dei carabinieri per denunciarne la scomparsa. Pochi minuti dopo sempre alla caserma di corso Garibaldi è giunta in caserma una telefonata: “Correte. Qui, in contrada Oliva, brucia una macchina”. I militari dell’Arma si sono subito precipitati ed hanno appurato che a bruciare era proprio l’auto dell’uomo scomparso, una Golf vecchio modello. Subito si è pensato al peggio e sono cominciate le ricerche del racalmutese. Si tratta di Angelo Rizzo, sposato, padre di figli piccoli. Un bracciante agricolo conosciuto in città. Si tratta  un incensurato. A Racalmuto sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di Canicattì, quelli del nucleo operativo e radiomobile e quelli del reparto operativo. Si è levato in volo, sorvolando tutto il paese e in particolar modo la zona dove è stata ritrovata l’auto, anche un elicottero dei carabinieri. In serata, proprio durante la fase delle ricerche, i carabinieri hanno trovato nel casolare di campagna di proprietà di Rizzo delle tracce di sangue. Si tratta di tracce che chiaramente dovranno essere esaminate prima di stabilire con assoluta certezza se siano del bracciante agricolo o meno, ma il rinvenimento è stato comunque inquietante e lascia presagire il peggio per la sorte del quarantanovenne. Le ricerche proseguiranno anche durante la notte.