Autisti spericolati

Desidero segnalare un episodio di guida scorretta da parte di un autista della TUA.
Ero alle dune, in attesa dell’autobus alle 13,20.
Arriva con dieci minuti di ritardo.
Stranamente di fretta, l’autista straccia i biglietti (non funzionano le biglietterie) e parte quasi in volata.
A San Leone, lungo in viale dei Pini, dopo avere fatto salire un bel po di gente, ha eseguito delle brusche frenate, al punto da far quasi cadere i passeggeri in piedi.
Per la fretta, poi, si dimentica la fermata del Villaggio Peruzzo e tira avanti tra l’incredulità dei passeggeri.
Arrivato all’icrocio sotto i templi, c’era da chiudersi gli occhi: è passato dritto senza quasi nemmeno guardare.
All’altezza del posto di ristoro, per miracolo non ha messo sotto qualche pedone che stava attraversando.
Tutti noi passeggerii ci siamo guardati in faccia.
Conclusione: o aveva bevuto troppo, o aveva le sue folli ragioni per correre.
Desidero che questa segnalazione venga girata alle autorità competenti, e si prendano seri provvedimenti, al fine di controllare lo stato fisico e psichico degli autisti della TUA.
Nino Riggio