Agrigento. Bevande alcooliche, ecco le prescrizioni

alcolgiovani1

Con apposita ordinanza il sindaco Marco Zambuto ha disposto, per gli esercizi pubblici per la somministrazione di bevande ed alimenti, la possibilità della chiusura fino alle ore 4 del giorno successivo e comunque per un periodo non superiore a complessive venti ore di attività lavorativa.

Inoltre, a tutti gli esercizi commerciali, quelli di somministrazione di alimenti e bevande e quelli di intrattenimento e svago, nonché agli operatori su area pubblica del settore alimentare eventualmente autorizzati ad occupare i posteggi temporanei localizzati nel territorio comunale, al fine di evitare risse e garantire la sicurezza e l’ordine, si fa divieto di vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro, nonché di alcolici e superalcolici in qualsiasi contenitore, di vetro e non, dalle ore 21,00 alle ore 04,00 del giorno successivo e comunque sino alla chiusura degli esercizi pubblici, dal 3 luglio al 30 settembre 2009.

Nella suddetta fascia oraria qualsiasi bevanda dovrà essere servita in bicchieri e non in bottiglie, lattine o altri similari contenitori (le bottiglie in plastica potranno essere vendute solo se aperte e prive del relativo tappo di chiusura).

In ogni locale dovrà essere esposto al pubblico un cartello con le indicazioni del presente divieto e degli orari in cui lo stesso vige.

Le violazioni saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 25 ad euro 500.